"Chi lavora con le mani è un operaio,
chi lavora con le mani e la testa è un artigiano,
chi lavora con le mani, la testa e il cuore è un artista".

S. Francesco d'Assisi

*** NON INVIO NE' SCAMBIO SCHEMI PROTETTI DA COPYRIGHT ***

Translate my Blog*Traduire mon Blog*Traducir mi Blog*Übersetzen meinem Blog

martedì 28 febbraio 2012

Giuda Iscariota


La tavola dell'ultima cena si arricchisce di un altro personaggio: il discepolo "traditore", Giuda Iscariota...

Giuda Iscariota (ebraico: יהודה איש־קריות, Yəhûḏāh ʾΚ-qəriyyôṯ; ... – 33) è stato uno dei dodici apostoli di Gesù, quello che, secondo il Nuovo Testamento, lo ha tradito per trenta denari (Matteo 26,14-16) attraverso il gesto di un bacio. E' stato quindi una figura chiave durante la Passione di Gesù (la notte del Giovedì Santo). Perseguitato dalla colpa, successivamente si è suicidato. E' passato alla storia come l'uomo "simbolo" del tradimento.
Giuda Iscariota, figlio di Simone, non deve essere confuso né con il Giuda Tommaso Didimo, e cioè Tommaso apostolo, né con il Giuda Taddeo, un altro dei dodici apostoli fratello di Giacomo il Minore.
L'esatto significato del nome "Iscariota" è sconosciuto; alcune interpretazioni hanno suggerito che il termine potrebbe indicare "uomo di Kariot" (Ish Kariot). Secondo altri potrebbe derivare dal persiano Isk Arioth, ovvero "colui che serve" oppure "colui che sa". È possibile collegarlo al termine Iskariot (che in aramaico, non scrivendo le vocali come consuetudine, sono omografi -S-q-r-t-), i killer zeloti e da cui deriva appunto il termine moderno sicario.

Buona serata e alla prossima!

*Carol*

venerdì 24 febbraio 2012

E' nato un bimbo!



Ciao a tutte!


Tra un apostolo e l'altro, ho trovato finalmente il tempo per ricamare un quadretto nascita che avevo in lista da un po'. E' per un'amica del coro parrocchiale di cui faccio parte, diventata mamma per la seconda volta:


Ancora una volta ho scelto un Disney Baby, Pippo per la precisione...


... anche questo incorniciato in una semplice cornice Ikea.

Spero che piaccia!

Un saluto a voi tutte e a presto con l'aggiornamento de "L'ultima cena".

*Carol*

martedì 21 febbraio 2012

Il discepolo che Egli amava


Ed ecco comparire alla destra del Cristo anche l'apostolo Giovanni...


Giovanni (Betsaida?, inizio I secolo – Efeso, fine I secolo) è stato un apostolo di Gesù. 
La tradizione cristiana lo identifica con l'autore del quarto vangelo e per questo gli viene attribuito anche l'epiteto di evangelista.
Secondo le narrazioni dei vangeli canonici era il figlio di Zebedeo e Salomè e fratello dell'apostolo Giacomo il Maggiore. Prima di seguire Gesù era discepolo di Giovanni Battista. La tradizione gli attribuisce un ruolo speciale all'interno della cerchia dei dodici apostoli: compreso nel ristretto gruppo includente anche Pietro e Giacomo, lo identifica con "il discepolo che Gesù amava", partecipe dei principali eventi della vita e del ministero del maestro e unico degli apostoli presenti alla sua morte in croce.
Secondo antiche tradizioni cristiane Giovanni sarebbe morto in tarda età ad Efeso, ultimo sopravvissuto dei dodici apostoli. Per la profondità speculativa dei suoi scritti è stato tradizionalmente indicato come "il teologo" per antonomasia, raffigurato artisticamente col simbolo dell'aquila, attribuitogli in quanto, con la sua visione descritta nel Libro dell'Apocalisse, avrebbe contemplato la Vera Luce del Verbo, come descritto nel Prologo del suo Vangelo, così come l'aquila, si riteneva, può fissare direttamente la luce solare.
A lui la tradizione cristiana ha attribuito cinque testi biblici: il quarto vangelo, tre lettere e l'Apocalisse. Altra opera a lui attribuita è l'Apocrifo di Giovanni.

Un bacio a tutte e alla prossima!

*Carol*

giovedì 16 febbraio 2012

Tommaso Didimo


Ed ecco che alla tavola si aggiunge anche Tommaso Didimo...



Tommaso Didimo (Palestina, ... – Mylapore, 3 luglio 72) fu uno dei dodici apostoli di Gesù.
È noto principalmente per essere il protagonista di un brano del Vangelo secondo Giovanni in cui prima dubitò della risurrezione di Gesù e poi lo riconobbe. Secondo la tradizione, si spinse a predicare il Vangelo fuori dei confini dell'Impero romano, in Persia ed India, dove fondò la prima comunità cristiana.
È venerato come santo dalla Chiesa cattolica, dalla Chiesa ortodossa e dalla Chiesa copta. San Tommaso è patrono degli Architetti, dei Geometri, degli Agrimensori e dell'India; nei quadri è rappresentato con una lancia in mano. Le sue ossa riposano nella Basilica di San Tommaso Apostolo a Ortona.

Un saluto a tutte e alla prossima!

*Carol*

lunedì 13 febbraio 2012

Giacomo il Maggiore


Compare, accanto al mio Gesù, l'apostolo Giacomo il Maggiore...

Giacomo di Zebedeo, detto anche Giacomo il Maggioresan Jacopo o Iacopo (... – Giudea43 o 44), fu uno dei dodici apostoli di Gesù. Figlio di Zebedeo e di Salomè, era il fratello di Giovanni apostolo. È detto "Maggiore" per distinguerlo dall'apostolo omonimo, Giacomo di Alfeo detto "Minore". Secondo i vangeli sinottici Giacomo e Giovanni erano assieme al padre sulla riva del lago quando Gesù li chiamò per seguirlo. Stando al Vangelo secondo Marco, Giacomo e Giovanni furono soprannominati da Gesù Boanerghes ("figli del tuono") per sottolineare l'inesauribile zelo di cui erano dotati questi apostoli, ma anche il loro temperamento impetuoso. Giacomo fu uno dei tre apostoli che assistettero alla trasfigurazione di Gesù. Secondo gli Atti degli Apostoli fu messo a morte dal re Erode Agrippa I. È venerato da tutte le chiese cristiane che riconoscono il culto dei santi.

A presto con i prossimi aggiornamenti!

*Carol*


mercoledì 8 febbraio 2012

Comincia una nuova avventura...


... eh sì, dopo aver terminato la fata Adia, ho messo un po' da parte le mie adorate creaturine magiche e mi sono decisa ad imbarcarmi in una nuova impresa: "The Last Supper" di Janlynn. Con il ricamo, una volta finito e incorniciato, decorerò la parete del soggiorno della mia nuova casetta... 

Eccomi ai nastri di partenza:

 
La tela è un lino beige (non ho voluto usare l'aida contenuta nel kit perché mi sembrava davvero di sminuire un lavorone del genere su una stoffa simile) e i cotoni... sono troppi!  :-)


Il primo avanzamento... Ovviamente ho cominciato dal Cristo, figura principale nonché centrale...


... che qui è praticamente terminato.

Mi sta davvero appassionando tantissimo questo ricamo... spero di finirlo nei prossimi tre mesi e spero che voi, amiche di crocette, mi seguiate in questa nuova impresa.

Un saluto a tutte e a presto!

*Carol*